Intervista a Matteo Trentin

Abito in un bellissimo posto il Garda Trentino. Vado in bici per lavoro e adoro la bicicletta a 360 gradi. Mi definisco un patito di ciclismo che va dalla bici ai singoli ciclisti alle varie gare durante la stagione. Oggi ho intervistato Matteo Trentin ciclista professionista che corre per il CCC Team. Matteo è trentino come il sottoscritto. E’ di Borgo Valsugana ed è professionista dal 2011. Fa parte dei ciclisti professionisti Trentini tra cui Daniel Oss, Cesare Benedetti e Nicola Conci.

Ciao Matteo Trentin grazie per la tua disponibilità.

Eccoti alcune domande.

-Mi racconti come hai iniziato ad andare in bici.

Da piccolo con il Veloce Club Borgo. In realtà era più per imparare a usare bene la bici. Diciamo che non ero un mago.

-Le tappe principali della tua carriera di ciclista professionista.

2 Agosto 2011 la prima gara all’Eneco tour, sicuro la prima tappa al Tour De France nel 2013, l’Europeo 2018 e l’argento al mondiale nel 2019

-La gara che porti nel cuore e perché?

In realtà per ora non mi sono mai soffermato sulla gara passata ma guardo “sempre avanti” a quello che verrà. Quando smetterò probabilmente mi concentrerò su quello.

– I mondiali nello Yorkshire 2019, una gara davvero dura per le condizioni atmosferiche, pioggia e freddo. Sei arrivato secondo. Mi racconti quella giornata.

Da tregenda. Freddo e pioggia tutto il giorno. Però abbiamo corso bene e come una squadra. Peccato sia mancata la ciliegina sulla torta!!!

– Ho visto sui social che in questo periodo ti alleni sui rulli sul balcone come tanti. Sei poi riuscito a raggiungere i biscotti e la ciambella?

No..come la famosa carota attaccata sul bastone

– Oltre ai rulli fai altri allenamenti specifici a secco?

Sì provo a fare il più possibile cose diverse perché altrimenti con solo i rulli si diventa matti. Ma è sempre complicato non potendo uscire di casa.

-Sei trentino anche se ora vivi nel Principato di Monaco. Mi sai indicare un bel percorso da fare in Valsugana e un percorso lì nel Principato di Monaco.

In Valsugana il giro famoso è il “giro dei laghi”. Partenza da Borgo, Levico, Pergine, Calceranica, Caldonazzo, Levico, Borgo. Si può fare tutto in ciclabile (o quasi) o sulla strada normale facendo un po’ più di salita. Mentre a Monaco ti consiglio un bel giro fronte mare è andare fino a Costarainera (la cipressa) e ritorno. Lo si può fare anche questo in ciclabile (fronte mare) o sull’Aurelia facendo tutte le salite.

-La più bella salita che hai fatto nella tua carriera in bici.

Non ho idea. In gara fai fatica ad ammirare i panorami.

– Abito ad Arco, conosci la zona?

Più o meno..ma non troppo.

– Che rapporto hai con i ciclisti Trentini?

Ci si vede poco. Anzi ci si vede praticamente alle corse.

-Ti manca il Trentino? Ci torni spesso?

Certo che sì. Torno quando sono in pausa dalle gare in estate un po’ di più e in inverno per Natale.

Che dirti grazie di cuore di questa intervista e buona stagione

Grazie di cuore Malfatti Michele

I social di Matteo:

Instagram: matteotrentin

Twitter/FB: @MATTEOTRENTIN

Alcune immagini dal profilo Instagram di Matteo

Last modified: Aprile 2, 2020