Il Gps

In questo articolo vi elenco alcune cose da sapere sull’utilizzo del GPS, strumento che uso da molti anni nel mio lavoro di rilevatore GPS di percorsi in bici e a piedi.

Il GPS

Ogni giorno che esco in bici vedo sempre di più GPS sul manubrio o se esco a piedi fissati sullo zaino. Sono dell’idea che a volta avere lo strumento è più uno status simbol, fa figo averlo. Tante volte mi chiedo se la persona lo sa usare per le sue funzioni. In alcuni casi l’utilizzo è come avere un ciclo computer, ovvero sapere i km il dislivello tempo impiegato e la media, ma le funzioni sono davvero tante.

Non vi sto a tediare con i modelli in commercio perchè sono davvero tanti e di svariate marche, cercherò solo di darvi alcune dritte sulle funzioni per me più utili di questo strumento.

GPS cartografico

Io ho uno strumento cartografico, modello di alcuni anni fa dove posso caricare la cartografia, utile in qualsiasi momento.

I GPS cartografici sono strumenti che permettono l’installazione sulla memoria interna della cartografia, utile per navigare la traccia e per sapere dove ci troviamo in un dato momento. Si può caricare la cartografia del progetto OpenStreetMap dove mappatori volontari come il sottoscritto aggiornano la mappa inserendo dati che si rilevano sul territorio.

Le tracce

L’utilizzo del GPS è quello prima di sapere su di una mappa dove ci troviamo seconda cosa è di seguire un percorso fatto al pc o di rilevare un percorso senza avere una traccia sotto. Io uso entrambi i sistemi indifferentemente certo che andare in bici o a piedi con una traccia sotto è davvero comodo. La traccia posso cercarla in rete e scaricarla o farla al pc.

Scaricare una traccia e inviarla al GPS

La prima cosa che faccio è di fare una ricerca nei vari motori di ricerca in rete se ci sono delle tracce da scaricare. Scarico il formato gpx, formato standard. Una volta scaricata la traccia la invio allo strumento dopo averlo collegato al pc. La cartella da inserire la traccia scaricata è il GPX.

Creare una traccia

Utile è crearsi la traccia a video. Io uso il sito gpsies, molto utile. Registrazione gratis quindi scelgo che mezzo utilizzo e con calma decido il punto di partenza e spostandomi con il mouse lungo le strada clicco con il mouse. Facendo così il software crea un percorso e avanti così fino al punto finale. Fatta la traccia si salva quindi la si può rendere disponibile alla gente che si collega su gpsies o renderla privata. Scarico la traccia e quindi la inserisco nella cartella GPX all’interno dello strumento dopo averlo collegato al pc.

Seguire una traccia

Il bello o di aver scaricato una traccia o di aversela creata al pc è quello di poter seguire il percorso che si vuole fare. Accendo lo strumento, vado a ricercare la traccia nell’archivio GPX dov’è stata collocata e quindi la apro cliccando su segui. Sulla mappa viene evidenziato il percorso di un colore con le frecce di direzione. E’ comodo navigare la traccia così, basta mettere lo zoom ideale per vedere bene il percorso ed il gioco è fatto.

Last modified: Settembre 28, 2019