Presentato il Giro di Sicilia 2020

Oggi, 10 Febbraio 2020 è stato presentato oggi, nel Padiglione della Regione Siciliana, alla BIT di Milano l’edizione 2020 de Il Giro di Sicilia. Corsa a tappa che fa parte di RCS Sport tra cui ci sono la Milano Sanremo, le Strade Bianche e il giro d’Italia.

Il giro di Sicilia parte il 1 Aprile per terminare il 4 Aprile, 4 tappe per un totale di 693 km.

Ecco le 4 tappe del Giro di Sicilia 2020 in dettaglio.

Tappa n. 1 – SIRACUSA – LICATA (194 km)

La prima tappa parte sa Siracusa per raggiungere Licata dopo 194 km. Tappa ondulata per la maggior parte del percorso. I corridori partono lungo la costa per poi addentrarsi nell’entroterra e affrontare l’unico GPM di giornata a Ragusa al km 105.

Dopo il GPM la strada scende e quindi lunghi rettilinei fino a raggiungere Gela, sempre sul mare. Da prendere in considerazione gli ultimi 10 km di corsa quando il gruppo prima pedala lungo la costa per poi arrivare ad attraversare il centro abitato con alcune curve a gomito fino all’ultima che immette nel rettilineo di arrivo, in leggera salita.

Tappa n.2 – SELINUNTE – MONDELLO (141 km)

La seconda tappa, il 2 Aprile porta i ciclisti da Selinunte a Mondello. Frazione lunga 141 km e similare alla prima tappa. Unico scoglio di giornata al km 120.8 il GPM di Carini. Una breve salita ma intensa. 

Bella discesa quindi il passaggio al km 128.5 a Capaci, traguardo volante. Quindi i restanti 12 km fino all’arrivo sono su strade impegnative in discesa con alcune rotatorie. Finale di tappa su fondo asfaltato senza ostacoli sul percorso da segnalare e arrivo su strada larga 8 metri e pianeggiante. Sarà sicuramente arrivo in volata.

Tappa n. 3 – TERMINI IMERESE – CARONIA (178 km)

La terza tappa è lunga 178 km e parte da Termini Imerese per arrivare a Caronia. Una tappa di montagna che si sviluppa all’interno della bellissima Sicilia. Una tappa mossa un continuo su e giù con 2 GPM uno al km 40.5 e l’altro al km 136.4. I ciclisti percorrono strade secondarie con larghezza variabile e con fondo a volte non perfettamente perfetto. In alcuni attraversamenti cittadini possono trovare tratti di pavé, da lastre a cubetti.

Dopo il paese di Creda la strada scende leggermente per poi salire verso le “le Petralie” e arrivare al GPM di Monte Piombino. Dopo il GPM un lungo mangia e bevi fino al km km 83.8 a Geraci Siculo dove inizia la discesa fino al bivio per Pollina dove inizia la salita che porta al 2 GPM di giornata. Salita lunga 11 km al 6%. Dal GPM discesa e quindi il gruppo costeggia il mare per giungere all’arrivo di tappa. Da non sottovalutare gli ultimi 3 km con salita costante al 6%. Strada a tornanti fino ai meno 300 metri dall’arrivo dove la strada spiana.

Tappa n. 4 – SANT’AGATA DI MILITELLO – MASCALI (180 km)

La 4 tappa da Sant’Agata di Militello a Mascali è lunga 180 km e come la 3 è una tappa di montagna. Tappa con 2 GPM al km 92.7 e al km 147.4. La frazione parte con un tratto pianeggiante lungo il mare fino al paese di Falcone dove inizia la salita verso il primo GPM di giornata, il Passo Favoscuro che porte alle pendici dell’Etna.

Dal GPM si scende fino a Linguaglossa dove il gruppo inizia la salita di Piano Provenzana deviando a 2 km dalla vetta (arrivo del Giro d’Italia 2020) verso Milo. Il secondo GPM si trova in prossimità del Rifugio Citelli. Da questo punto una lunga discesa di circa 30 km. Discesa che presenta tratti articolati e impegnativi soprattutto nei centri abitati.

Last modified: 10 Febbraio, 2020