|

La Vuelta 2019

Il terzo grande giro della stazione è la Vuelta a España 2019. Inizia il 24 Agosto e termina il 15 Settembre. 21 tappe per 3272 km. Si parte dalla Costa Blanca e si arriva a Madrid. Il percorso sconfina ad Andorra e in Francia per una crono individuale a Pau sede d’arrivo anche di una tappa del Tour de France 2019.

Le 21 tappe:

Prima settimana

1 tappa 24 Agosto: Salinas de Torrevieja-Torrevieja.

La Vuelta inizia con una cronometro a squadre breve di solo 18 km. Percorso completamente pianeggiante, qui la faranno da padroni le squadre più adatte a questa specialità.

2 tappa 25 Agosto: Bnidorm-Calpe.

Dopo l’inizio in linea subito una tappa molto variegata. Percorso di 193 km un continuo sali e scendi. 3 GPM due di seconda uno di terza. S’inizia con il primo di 2°categoria Puerto de Confrides quindi il GPM di terza Alto de Benilloba e per finire un GPM di seconda al km 169 Alto de Puig Lorença. Salita breve dura che farà selezione nel gruppo. Arrivo o solitario o dei pochi che sono riusciti a scattare in questa salita.

3 tappa 26 Agosto: Ibi. Ciudad del Juguete-Alicante

186 km per questa terza tappa. Una tappa sulla carta molto variegata. Al 116 km il primo GPM di giornata Puerto de Biar quindi al km 148,5 il secondo GPM di 3° Puerto de Tibi. Dalla cima del GPM una bella discesa fino a meno 10 dall’arrivo dove si troveranno un falsopiano. Giornata da fuga…

4 tappa 27 Agosto: Cullera-El Puig

177 km da percorrere in questa quarta tappa. Dal profilo sembra una tappa adatta ai velocisti. L’unico GPM si trova al km 132,6 ed è di terza categoria Puerto del Oronet. Dopo il GPM la strada scende e ci sono 20 km di pianura. Volata?

5 tappa 28 Agosto: Eliana-Observatorio de Javalambre

165 km con 2 GPM uno di seconda l’altro di prima che corrisponde con l’arrivo di tappa. La tappa parte subito in salita verso il GPM di Puerto de Alcublas a 1000 m quindi un continuo su e giù fino a Arcos de las Salinas a 1075 m di quota dove inizia la salita di 12 km con pendenza media del 7%. Tappa per testare la forma degli uomini di classifica.

6 tappa 29 Agosto: Mora de Rubielos-Ares del Maestrat

La sesta tappa è lunga 196.6 km. 4 GPM tra cui l’arrivo. Il primo GPM è subito alla partenza di 3 categoria il Puerto de Nogueuelas quindi discesa poi salita per il secondo GPM sempre di terza Puerto de Linares. Tanti km di discesa per poi affrontare il 3 GPM Puerto de Culla e quindi l’ultimo che porta all’arrivo di tappa di Puerto de Ares. Un finale bello nervoso e da non sottovalutare l’ultima salita lunga 5 km con pendenza media del 6%. Se parte la fuga sul primo GPM facile che arriva all’arrivo.

7 tappa 30 Agosto: Onda-Mas de la Costa

182,4 km e ancora arrivo in salita. Dalla partenza i primi 80 km di percorso sono completamente pianeggianti quindi inizia la prima salita al primo GPM di 3° Puerto de Marianet quindi discesa e salita al 2 GPM di 2° Perto de Eslida quindi altra discesa e salita al GPM di 3 categoria Puerto de Ain. Tre salite brevi che spezzano il ritmo si trovano in solo 40 km. Tratto in falsopiano quindi il GPM di 2° Puerto del Salto del Caballo dove ci sarà la prima selezione e quindi l’ultima salita uno strappo di solo 4 km a doppia cifra che porta a Ma se la Costa arrivo di tappa. Prevedo l’attacco sul penultimo GPM Puerto del Salto del Caballo.

8 tappa 31 Agosto: Valls-Igualada

168 km una tappa che a guardarla dal profilo sembra assai facile dopo le prime tappe con belle salite e arrivi in salita. Un continuo sali e scendi fino al km 131 dove inizia la salita che porta all’unico GPM di 2° categoria di giornata il Puerto de Monserrat. Dalla cima mancheranno 27 km al traguardo tra discesa e falsopiano. Tappa adatta alla fuga dal primo km o scatto sull’unico GPM.

9 tappa 1 Settembre: Andorra la Vella-Cortals d’Encamp

Una tappa corta ma davvero dura. In questi 96,6 km sono concentrati 5 GPM di cui due di 1°, due di 2° e uno ESP. Il primo GPM da affrontare è il Coll d’Ordino (9 km al 5%) e a seguire Coll de la Gallina (12 km all’8%), Alto de la Comella (4 km al 7,5%), Alto de Engolasters (5 km all’8%). Un tratto di sterrato di circa 4 km quindi inizia la salita che porta all’arrivo di Alto Cortals d’Encamp (6 km all’8%). Tappa dura e prevedo attacco sul penultimo GPM Alto de Engolasters.

2 Settembre: giornata di riposo

Seconda settimana

10 tappa 3 Settembre: Jurançon-Pau

Dopo il giorno di riposo la Vuelta inizia con una crono individuale lunga 36,1 km e quasi completamente pianeggiante ma da non sottovalutare. Tappa che arriva dopo il giorno di riposo e che forse riuscirà già a delineare la classifica finale.

11 tappa 4 Settembre: Saint Palais-Urdax

Dopo la crono individuale una bella tappa lunga 169 km. Un continuo sali e scendi con 4 GPM, 3 di 3° e 1 di 2°. Il primo la Croix d’Aguerret si trova al km 40 ed è di 3°, il secondo il Col d’Osquich di 3° si trova al km 70, dopo 46 km si arriva al Col d’Ospèguy di 2° e per finire al km 136 l’ultimo GPM di giornata il Col de Otxondo di 3°. Prevedo una fuga da lontano e senza tanto sconvolgimento di classifica.

12 tappa 5 Settembre: Circuito de Navarra –Bilbao

Una bella tappa di 175 km. Quasi uguale alla tappa numero 11. Ci sono anche qui 4 GPM. Il primo di 3° si trova dopo 42 km dalla partenza è l’Alto de Azàzeta quindi un lungo tratto pianeggiante per poi scendere e dal km 140 al km 168,2 sono concentrati ben 3 GPM. Il primo che troveranno è l’Alto de Urruztimendi di 3°, quindi l’Alto El Vivero al km 148 sempre di 3°, quindi l’Alto de Arraiz al km 168 quindi tutta discesa fino a Bilbao. Una bella tappa adatta a chi vuole attaccare ed arrivare in solitaria all’arrivo. Attacco sul penultimo GPM per poi affrontare l’ultimo e quindi picchiata fino all’arrivo.

13 tappa 6 Settembre: Bilbao-Los Machucos. Monumento Vaca Pasiega

Le montagna dopo 2 tappe con GPM ecco la terza tappa consecutiva dove ci sono da scalare ben 7 GPM tra cui l’arrivo di tappa. Il percorso è lungo 167,3 km. 4 sono i GPM di 3°, due di 2° e uno Esp. Il primo GPM è al km 40 l’Alto de la Escrita di 3°, quindi l’Alto de Ubal sempre di 3° al km 56 quindi ai arriva al km 87 con il Collado del Asòn di 2°, quindi al km 106 il GPM di 2° il Puerto de Alisas. Ak km 137 il 5 GPM con Puerto de Fuente las Varas quindi al km 147 il GPM di Puerto de la Cruz de Usaño quindi l’ultimo GPM che corrisponde all’arrivo. Una bella salita di 7 km con pendenza media attorno al 9%. Ci sarà uno scatto in discesa dal penultimo GPM per poi affrontare la salita verso l’arrivo.

14 tappa 7 Settembre: San Vicente de la Barquera-Oviedo

Dopo le tappe di montagna finalmente una tappa adatta ai velocisti. Pressoché pianeggiante con un solo GPM di 3° l’Alto La Madera al km 166,5 che di sicuro non fa paura. Sarà una tappa con arrivo in volata a favore dei velocisti e la classifica rimarrà invariata.

15 tappa 8 Settembre: Tineo-Santuario del Acebo

Dopo una tappa adatta ai velocisti ecco una tappa adatta agli scalatori. 159 km con ben 4 GPM. Il primo GPM è al km 31,5 il Puerto del Acebo una salita di 7 km all’8%, quindi una bella discesa poi affrontare il secondo GPM di 1° categoria il Puerto del Connio lungo 13 km al 6%. Bella discesa e quindi si risale per il GPM di Puerto del Pozo de las Mujeres Muertas lunga 10 km al 7%. Manca solo l’ultimo GPM di giornata che corrisponde con l’arrivo di questa 15 tappa. La salita al Puerto del Acebo, lunga 9 km con pendenza media dell’8%. Sarà questa la salita che farà la differenza, qui scatterà chi vuole mantenere il primato in classifica o far saltare il banco.

16 tappa 9 Settembre: Pravia-Alto de La Cubilla. Lena

155 km e 5 GPM. Una bella tappa di montagna ed arriva prima del giorno di riposo. I primi 2 GPM di giornata sono di 3° categoria e si trovano al km 16,4 e al km 41,3 e sono rispettivamente l’Alto de Mallacina e l’Alto de la Cabruñana. Dopo questo aperitivo inizia la salita al GPM di Puerto de Marabio 11 km al 7% al km 75,4 discesa e poi altro GPM di 1° l’Alto de la Cobertoria lungo 8 km all’8%. L’ultima salita corrisponde anche all’arrivo di questa tappa a 1670 metri l’Alto de la Cubilla una bella salita di 26 km non regolare con una pendenza dell’8%. Tappa da scatto sull’ultima rampa finale, 26 km sono tanti….

10 Settembre: giornata di riposo

Terza settimana

17 tappa 11 Settembre: Aranda de Duero-Guadalajara

Dopo la giornata di riposo inizia oggi la terza settimana di corsa in questa Vuelta 2019. Tappa lunga 199,77 km la più lunga di questa edizione. Un percorso con poco dislivello e con solo un GPM di 3° al km 57 Puerto Grado del Pico. Un percorso adatto per i velocisti e chissà magari ad una fuga dai primi km di gara.

18 tappa 12 Settembre: Comunidad de Madrid. Colmenar Viejo-Becerril de la Sierra

Dopo la tappa tranquilla del giorno prima la 18 tappa è una di quelle che si ricorderanno i ciclisti. 180,9 km e tanta salita e tanto dislivello. I GPM sono 4 e tutti di 1° categoria. Il primo al km 41 con il Puerto de Navacerrada (12 km al 6%) quindi discesa e poi si sale per affrontare il Puerto de la Morcuera che viene affrontato da entrambi i versanti. La prima salita è di 11 km al 5’5% mentre la salita dall’altro versante è di 10 km al 6,5%. L’ultimo GPM sempre di 1° categoria è il Puerto de Cotos lungo 10 km al 6% al km 155,5. Dal GPM un tratto pianeggiante quindi una bella discesa per giungere all’arrivo di Becerril de la Sierra.

19 tappa 13 Settembre: Ávila-Toledo

La 19 tappa è lunga 163,4 km e inizi subito con una salita che porta all’unico GPM di 3° l’Alto de la Paramera. Una salita lunga 13,8 km con un pendenza del 3%. Questo è l’unico scoglio di giornata poi è completamente pianeggiante con arrivo, penso io allo sprint. Vedo bene anche una fuga già dall’inizio di tappa sulla salita lunga ma pedalabile.

20 tappa 14 Settembre: Arenas de San Pedro-Plataforma de Gredos

Penultima tappa di 189 km con tanta salita e 5 GPM. Una tappa che se studiata bene a tavolino potrà modificare la classifica finale. Al km 30 si arriva al 1 GPM di 1° categoria il Puerto de Pedro Bernardo lunga 18 km al 5%. Breve discesa di 3 km per poi affrontare il Puerto de Serranillos una salita di 9 km con pendenza media del 5%. Al km 110 dopo 70 km di su e giù si arriva al 3 GPM di giornata di 3° categoria l’Alto de Gredos una salita di 3 km al 6%. Al km 155 la corsa arriva sul 4 GPM di giornata di 1° categoria il Puerto de Peña Negra una salita lunga 15 km al 6%. Una bella discesa quindi un tratto mangia e bevi fino all’ultima salita di giornata che corrisponde anche all’arrivo di tappa. La salita finale che porto all’Alto de Gredos lunga 9 km con pendenza media del 5%. Chi ha voglia di modificare la classifica può partire al penultimo GPM a Puerto de Peña Negra.

20 tappa 15 Settembre: Fuenlabrada-Madrid

I giochi sono fatti ormai la classifica sarà ben delineata e quindi l’ultima tappa di 105,6 km sarà la classica passerella finale a Madrid. Ovviamente è la tappa per i velocisti per conquistare la vittoria nella città spagnola e mettere il sigillo su questa Vuelta 2019.

Last modified: Agosto 21, 2019