|

Il borgo di Campo di Brenzone

Oggi vi porto alla scoperta del bellissimo borgo di Campo di Brenzone. Borgo immerso tra gli ulivi a circa 200 metri di quota dal lago di Garda.

Percorso

L’itinerario per raggiungere il borgo di Campo di Brenzone parte da Magugnano, cittadina del lago di Garda. Scendo lungo la gardesana passo l’abitato di Malcesine quindi proseguo per circa 8 km fino a Magugnano. Mi accorgo di essere arrivato al punto di partenza perché sulla strada sul lato sinistro noto il supermercato Conad, dove subito dopo devo svoltare a sinistra. Trovo il cartello con le indicazioni per la località Campo. Salgo e quindi a sinistra trovo un parcheggio.

Chiudo la macchina, accendo il GPS e inizio la camminata.  Esco dal parcheggio svolto a sinistra quindi subito a sinistra. La strada è asfaltata e seguo sempre i cartelli per la località Campo. Cammino tra case e uliveti fino alla fine della strada.

Giro a destra e davanti ai miei occhi una bella salita con pendenza a doppia cifra. Con calma salgo e posso ammirare il lago e gli ulivi che fanno da contorno. 

Dopo questo tratto in forte pendenza mi mantengo sempre sulla strada principale seguendo anche i cartelli con le indicazioni. Ultimo tratto asfaltato quindi inizia una bellissima e antica carrareccia lastricata con pietre e ciottoli locali. Pietre e ciottoli che sono incastrati nel terreno.

A campo

Un tratto pianeggiante e all’orizzonte il borgo. Che bello sono arrivato. Attraverso un ponticello e mi trovo a destra alcune case una vicina all’altra. Campo si compone di due nuclei di abitazioni, alcune abitate ed altre disabitate. C’è solo una via centrale che divide il borgo in due nuclei e una via laterale verso il lago e una via centrale ed una via laterale verso il lago.

Alcune case sono crollate e difatti all’ingresso dell’abitato si trova un cartello con riportato questo: PROGETTO DI RESTAURO PER IL RECUPERO DELL’ABITATO DI CAMPO DI BRENZONE.

Cammino lungo la via principale e scatto alcune foto, a dir la verità bisognerebbe scattare una foto ad ogni passo. Il luogo è davvero suggestivo. 

Alla fine della strada principale trovo la chiesa dedicata a San Pietro in Vincoli che fu eretta tra il XII e il XIV secolo. Entro e rimango davvero sbalordito da come ben conservati gli affreschi alle pareti che furono eseguiti dal maestro Giorgio da Riva nel 1358.Mi fermo in religioso silenzio.

Esco e trovo una bacheca con alcune informazioni riguardanti la pieve. Mi siedo sui gradini e mi fermo a riflettere alla bellezza di questo posto.

Nel borgo di Campo di Brenzone si trova anche un locale adibito a bar e un negozio di prodotti fatti in pelle. 

E’ ora di tornare alla macchina, decido di percorrere il percorso fatto all’andata. 

Mappa e traccia GPS:

Last modified: Settembre 3, 2019