45NRTH Cobrafist per FatBike

Quando si pedala in inverno sulla neve o con temperature ampiamente sotto lo zero la prima cosa da prendere in considerazione è di tenere al caldo il corpo ma soprattutto le estremità. Io ho la fortuna di non soffrire particolarmente il freddo ma mi sono accorto che pedalare con le mani bene al caldo è fondamentale a temperature rigide. Come tutte le estremità sia le mani che i piedi sono le due parti del nostro corpo che si raffreddano prima di tutto il resto. Per ovviare a questo sistema ho chiesto ai miei amici che hanno pedalato in Alaska e mi hanno consigliato di acquistare i Cobrafist della 45NRTH. Questa ditta è il leader nella produzione di prodotti di fascia alta, prodotti costruiti appositamente per il ciclista che pedala in inverno

Cosa sono i Cobrafist?

In poche parole i Cobrafist sono un guscio durevole e resistente al vento, isolato con PrimaLoft® Gold Eco da 400 gm con prese d’aria che si aprono con una zip. Il sistema di fissaggio al manubrio è molto efficace e permetta l’isolazione completa dall’esterno. L’isolazione avviene attraverso una ciambella di schiuma che sigilla il manubrio e i cavi.

Sopra la ciambella la “manopolona” ha una parte elasticizzata in neoprene con un cerniera. Si posiziona il neoprene sopra la ciambella lasciando circa un cm di margine quindi si chiuse la cerniera e si fissa il velcro. Facendo così si è completamente isolati dall’esterno.

Ora manca solo il fissaggio all’estremità del manubrio e questo avviene attraverso un tappo che s’inserisce all’estremità del manubrio quindi si fissa con una chiave a brugola.

Fissaggio all’esterno del manubrio

I passaggi per montare i Cobrafist sono:

  1. inserire la “manopolona” nel manubrio.
  2. inserire il tappo nell’estremità del manubrio spingerlo per bene quindi si avvita la brugola. Il sistema di vite e bullone fa espandere il gommino fino a diventare un tutt’uno con l’interno del manubrio.
  3. posizionare la ciambella di schiuma
  4. posizionare la cerniera e chiudere il velcro.

Nella parte superiore e inferiore si trovano delle apertura che forniscono la regolazione della temperatura quando fa troppo caldo e nella parte inferiore si trova una tasca con una rete per stivaggio cibo o per collocare attrezzi immediatamente accessibili.

Chiusura dei cavi

Considerazioni:

Avere le mani al caldo mentre si pedala in inverno è qualcosa di incredibile, prima di tutto con le mani calde si ha la sensibilità per poter frenare e usare il cambio senza problemi. Al suo interno dopo alcuni minuti si sta proprio bene. Bastano un paio di guanti fini al massimo ma i più leggeri possibili da usare nel caso bisogna uscire dalle manopole per svolger qualche funzione. In salita sudando lascio aperto le due cerniere poste sopra e sotto mentre in discesa le chiudo completamente. Nella sacca che si trova all’intero di solito colloco una barretta e il cellulare. Il montaggio è davvero semplice e banale, basta una brugola e pochissimo tempo, massimo 10 minuti. 

Ho ordinato questo prodotto da Cicli Lucchini di Aosta, seri professionali.  

Last modified: Marzo 14, 2019