Giovanni Carboni

Abito in un bellissimo posto il Garda Trentino. Vado in bici per lavoro e adoro la bicicletta a 360 gradi. Mi definisco un patito di ciclismo che va dalla bici ai singoli ciclisti alle varie gare durante la stagione. Oggi ho intervistato Giovanni Carboni ciclista professionista che corre per il team Bardiani CSF Faizanè. E’ di Fano ed è professionista dal 2018.

L’intervista

Ciao Giovanni Carboni grazie per la tua disponibilità.

-Mi racconti come hai iniziato ad andare in bici.

Ho iniziato a correre nel 2009, categoria esordienti secondo anno. Passione trasmessa da mio padre appassionato ed ex ciclista dilettante.

-Le tappe della tua carriera di ciclista professionista.

Son passato Professionista nel 2018 dopo, una straordinaria stagione da U23 nel Team Colpack. Poi i 3 anni in Bardiani CSF, nei quali son cresciuto costantemente.

-La gara che porti nel cuore e perché?

Il Giro di Lombardia per me è una delle più belle corse, dove i prossimi anni voglio provare a cogliere un risultato importante.

– Com’è stato questo giro d’Italia 2020?

Di sofferenza, purtroppo la caduta all’ottava tappa ha condizionato in negativo tutto il testo del giro.

– Come ti sei allenato durante il lock down? Rulli come tutti penso.

Durante il primo lock down di questo 2020 tanti rulli ma anche tanta palestra a corpo libero e stretching .

-Sei di Fano, mi sai indicare un bel percorso da fare in zona.

Precisamente io son di San Costanzo un comunque più piccolo sulle colline proprio sopra fano, in zona ci son più percorsi sia per bici da strada che MTB, ti consiglio vivamente di percorrere la strada panoramica del parco San Bartolo in bici da strada, mentre in MTB devi goderti i sentieri delle Cesane.

-La più bella salita che hai fatto nella tua carriera in bici.

Il Mont Ventoux .

-Come ti alleni quando sei a casa? Da solo o con altri ciclisti?

Mi alleno con mio fratello Matteo e Francesco Zandri dilettanti e Amico.

-Che rapporto hai con i social e con i tuoi tifosi

Mi piacciono i social, Instagram e Facebook son diventati mezzi importanti per rimanere in contatto con i tifosi !

– Finita la stagione, a dir vero corta e concentrata ora cosa fai? Stacchi un po’ e quando riprendi la preparazione per il 2021?

Finito il giro ho pedalato ancora per una settimana poi ho messo la bici in garage per 15 giorni circa, è arrivato ora il momento di ricominciare in vista della stagione 2021 . Mi auguro sia quasi risolta la problematica COVID-19 alla riprese delle corse e ritornino i tifosi a bordo strada.

Grazie e buon 2021.

Michele

Gallery:

 

 

Last modified: Novembre 20, 2020