Rulli da allenamento

Come scegliere i rulli da allenamento è la domanda che mi viene fatta in questo periodo. Non ho mai avuto un particolare rapporto con i rulli ma causa il virus Covid-19 e l’impossibilità di uscire in bici sono tornati di moda tra i professionisti e anche tra i ciclo amatori.

Non ho usato tanto i rulli da allenamento perchè ho la possibilità di poter uscire in inverno nelle ore più calde della giornata e anche perchè vivo sul lago di Garda. I rulli sono una ottima soluzione per mantenere la forma a casa propria sia in caso di maltempo, temperature rigide.

Mercato dei rulli

Sul mercato si trovano svariate proposte di rulli da allenamento. Si trovano prodotti abbastanza economici fino ad arrivare agli home trainers. Visto l’utilizzo che ne faccio ho acquistato un prodotto base abbastanza economico anche se gli home trainers sono davvero fighi come rulli. Le marche principali sono:

Garmin

Elite

Wahoo

Principali differenze

Eccoci al cuore di questo articolo. Vi spiegherò in maniera molto semplice la principali differenze tra le varie tipologie di rulli. Le caratteristiche da prendere in considerazione sono 3 e sono:

A Sistema di fissaggio della bici
B Tipo di freno utilizzato
C Connettività

A SISTEMA DI FISSAGGIO DELLA BICI

Ci sono 3 sistemi principali di fissaggio della bici e sono i rulli a trasmissione diretta, i rulli con fissaggio al telaio e i rulli liberi.

– Rulli a trasmissione diretta

Sono i più usati e anche tra i più venduti ultimamente. Il rullo si posiziona al posto della ruota posteriore. In questo caso vi consiglio di utilizzare un copertoncino specifico da usare sui rulli, lo Schwalbe Insider. La catena lavora sul pacco pignoni che si trova sul rullo. Basta togliere la ruota posteriore della propria bici e collocarla sul rullo. Prima di tutto controllate se il rullo ha lo stesso pacco pignoni della vostra e quindi si aggancia. Ci sono sia per i telai con freni tradizionali sia per bici da corsa con i freni a disco e quindi con il perno passante.  Sono da considerare questi rulli come i più performanti. Si riesce a salire pendenze elevate e sono molto stabili. I prodotti presenti sul mercato hanno un valore che ha prezzi che si aggirano sui 500€.

– Rulli con fissaggio al telaio

Sono i classici rulli che tutti prima o poi hanno deciso di acquistare. Semplici da usare e soprattutto da un prezzo accessibile ai più. La bici viene collocata e quindi fissata alla struttura del rullo con la ruota posteriore. Il copertoncino poggia su un piccolo rullo che regola la resistenza alla pedalata. Bastano pochi minuti e si è pronti per salire in sella e fare il proprio allenamento. Unico neo il rumore che viene prodotto dal copertoncino sul rullo e il consumarsi. Per ovviare a ciò io consiglio di prendere un copertoncino adatto per lo scopo o di mettere sulla bici un copertoncino non nuovo. Questo tipo di rullo però, da detto, non si riesce a simulare la pendenza e anche i wattaggi e anche il sistema di alloggiamento della ruota posteriore a lungo andare stressa il telaio. Il prezzo sul mercato varia dai 100€ fino ai 500€ nel caso di rulli smart. Per rulli smart intendo che possono collegarsi ad alcune app come Zwift, Tacx e TrainerRoad e simulare allenamenti o tappe.

– Rulli liberi

La parola liberi dice esattamente come sono i rulli. La bici non è fissata al rullo ma si pedala direttamente sopra dei rulli, uno per la ruota anteriore e due per la ruota posteriore come se vi trovate sulla strada. Bisogna prenderci la mano per riuscire a stare in equilibrio e bisogna esser anche ben concentrati per non volare per terra. La bici non essendo bloccata non subisce stress e sicuramente la pedalata è assai realistica. Questi rulli vengono utilizzati in fase di riscaldamento e di defaticamento soprattutto per le specialità in pista. I professionisti prima delle crono usano i rulli a trasmissione diretta. Il costo varia e può arrivare fino a 400€ circa.

B TIPO DI FRENO UTILIZZATO

Altra caratteristica dei rulli da allenamento da prendere in considerazione è il tipo di freno utilizzato. Abbiamo freni magnetici, freni a ventola e freni idraulici. e freni elettro-magnetici. Ecco le differenze.

– Freno magnetico

E’ il sistema che viene utilizzato sui rulli meno costosi. La resistenza, quindi la fatica che si fa a pedalare viene creata da un freno magnetico che può essere regolato manualmente. Questo viene realizzato con un cavo con comando remoto che viene collocato sul manubrio della bici. In alcuni modelli questo freno è di tipo elettronico.

– Freno a ventola

Questo sistema meccanico è il sistema più semplice di freno. E’ molto rumoroso, ed è quindi poco diffuso.Il volano del rullo è collegato ad una ventola. Più il rullo gira veloce più l’aria crea resistenza. Ragionando più si va veloce maggiore è la resistenza quindi si fa fatica.

 Freno idraulico

L’attrito, quindi la forza frenante viene generata da un volano. Volano che ruota in un liquido specifico. Ovviamente aumentando la velocità, maggiore è la resistenza fornita al fluido. Quindi si fa fatica. Il freno idraulico è silenzioso e rende la pedalata molto realistica.

– Freno elettro-magnetico

Questo tipo di freno usa un procedimento fisico. La resistenza viene creata da dei magneti. Questi magneti vengono gestiti dalla corrente elettrica che generano un campo magnetico che frena il volano. Per questo tipo si ha bisogno di una presa di corrente. Questo è il tipo di freno più evoluto e sicuramente il più funzionale sul mercato.

C – CONNETTIVITÀ

I rulli da allenamento possono essere interattivi, smart o senza connessione. Dipende sempre da cosa si vuol fare e soprattutto da quanto si vuole spendere per i rulli. In questo periodo tutti vanno alla ricerca di rulli visto che non si può uscire in bici quindi ci si allena sui rulli.

La cosa fondamentale per la connettività è di avere questi tipi di connessione tra i rulli e le app. Questo avviene con l’Ant+Bluetooth o Wi-fi.

I rulli interrativi, come lo dice la parola permettono di collegarsi con l’App o con un software della casa produttrice. Non bisogna far niente, solo impostare il tipo di allenamento o il percorso che si vuole fare e l’App fa tutto da solo. Basta pedalare e sudare.

Anche i rulli smart si collegano anche loro alla App fornendo i dati utili per capire come ci si allena. I dati che si trasmettono sono la cadenza, potenza, frequenza cardiaca. E’ il ciclista che imposta la resistenza desiderata e che tipo di allenamento vuol fare.

I rulli semplici non hanno alcuna connessione e quindi ci si regola su allenamenti fatti ad hoc. Utile è seguire il canale youtube di GCN Italia dove ci sono svariati tutorial su come allenarsi sui rulli.

Last modified: Aprile 1, 2020