|

Panoramica alta di Malcesine

La “panoramica alta di Malcesine” è un giro classico che si fa in bici da corsa con partenza e arrivo a Torbole sul Garda, in Trentino.

Itinerario:

Parto da Torbole sul Garda, esattamente dal Bar Mecki, un bar dove si respira ciclismo dove al mattino è facile incontrare Daniel Oss ciclista professionista della Bora e scambiare alcune parole con lui, sempre disponibile e simpatico.

Prendo la strada direzione centro di Torbole, quindi alla rotonda giro a destra. Attraverso la cittadina lacustre e come sempre sono rapito dal porticciolo. Pedalo costeggiando il lago di Garda, il più grande lago d’Italia. Mi fermo prima della prima galleria dove indosso le bretelle catarifrangenti e accendo le luci posteriori e anteriori.

Esco dalle gallerie ed attraverso la frazione di Navene. Proseguo sempre sulla strada principale e sono davvero a pochi metri da lago. Mi fermo per scattare alcune foto quando noto il castello scaligero di Malcesine in lontananza. Sono a Malcesine attraverso la prima rotonda e anche alla seconda vado diritto. Cento metri e giro a sinistra dove trovo anche il cartello per il passo Campiano. Inizio la salita e il traffico cala drasticamente, che bello.

Attraverso una zona con alcuni hotel sia sul lato destro che sinistra quindi man mano che pedalo trovo solo case private. La strada ha una pendenza quasi sempre costante tranne due punti. Gli ulivi sono lo sfondo di questa strada e che producono olio molto buono.

Adoro queste strade prima di tutto perché poco trafficate, secondo per l’asfalto che non è perfetto e per l’ambiente circostante. Senza nemmeno accorgermene arrivo al passo Campiano a 375 metri di quota.

Questo è il punto più alto della pedalata, la Cima Coppi come viene definito il punto più alto al Giro d’Italia. Riempio la borraccia alla fontana vicino al cartello e dopo la foto di rito, inizio la discesa. Scendo con calma affrontando i tornanti con sicurezza e moderando la velocità anche nei tratti rettilinei.

Pochi minuti e sono alla fine della strada dove allo stop giro a destra. Sono sulla panoramica bassa altro percorso in bici da corsa a Malcesine. Pedalo lungo la strada principale evitando qualsiasi svolta fino ad arrivare sulla strada gardesana. M’immetto sulla strada direzione Nord.

Attraverso la frazione di Navene quindi inizio il tratto con le galleria. Indosso le bretelle catarifrangenti, accendo solo la luce anteriore, quella posteriore la lascio sempre accesa. Dopo una galleria un cartello mi avverte che sono ritornato in Trentino, ah sì Malcesine è in Veneto. Alla rotonda a Torbole sul Garda seguo le indicazioni per Riva del Garda.

Dopo il ponte sul fiume Sarca giro a destra dove trovo il bar Mecki e il negozio Mecki. Mi fermo per un caffè e per un saluto ad Ivan Beltrami ex pistard e ciclista su strada e della nazionale italiana di inseguimento alle Olimpiadi di Seul nel 1988 e a Barcellona nel 1992.

Sono alla fine della bella pedalata.

Note:

indossate sempre le bretelle catarifrangenti e le luci anteriori e posteriori. Prestate attenzione al traffico veicolare ed evitate di percorrerlo durante le giornate estive nelle ore centrali per la quantità di macchine sulla strada.

Mappa e traccia GPS:

Last modified: Aprile 30, 2019