Tirreno Adriatico 2020

La Tirreno-Adriatico, detta anche la “Corsa dei Due Mari” si svolgerà dall’11 al 17 Marzo 2020. Partenza come sempre dalla Versilia per concludersi a San Benedetto del Tronto con la consueta cronometro individuale. La corsa inizia con una tappa in linea adatta ai velocisti e termina a San Benedetto del Tronto con una crono individuale.

Le tappe:

1 tappa 11 Marzo Lido di Camaiore > Lido di Camaiore 134 km

La prima tappa di questa Tirreno Adriatico 2020 è divisa in 2 parti da 2 circuiti. Nei primo 90 km di corsa si percorre 3 volte il circuito del Monte Pitoro. Salita che si affronta dal versante di Massarosa. Circuito di circa 26 km.  Dopo il terzo passaggio si faranno 2 giri di un circuito di 19 km tra la cittadina di Pietrasanta e il Lido di Camaiore. Tratto completamente pianeggiante per favorire la volta finale sempre al Lido di Camaiore.

2 tappa 12 Marzo Camaiore > Follonica 198 km

Dopo la prima tappa dal Lido di Camaiore, la seconda tappa parte da Camaiore e arriva a Follonica dopo 198 km. Dopo la partenza da Camaiore il gruppo raggiungerà prima Pisa per poi passare nel Livornese e giunti a Castagneto Carducci inizierà la salita di Sassetta. Terminata la discesa il gruppo entra in un circuito finale di 20 km con lo strappo  di Scarlino che non dovrebbe fare comunque troppa selezione.

3 tappa 13 Marzo Follonica > Sacrofano 233 km

La terza tappa parte da Follonica e arriva a Sacrofano dopo 233 km. Un percorso ondulato e lungo. Le asperità di questa terza tappa sono disseminate lungo tutto il percorso. Si affronta il GPM di Scansano nella provincia di Grosseto quindi si costeggiano i laghi di Bolsena e di Vico fino al km 178 si affronta il secondo GPM il Poggio Nibbio dal versante di San Martino in Cimino. Bella discesa e quindi la breve salita finale  che conduce all’arrivo di Sacrofano con pendenze fino al 7%.

4 tappa 14 Marzo Terni > Sarnano-Sassotetto 204 km

La quarta tappa parte da Terni e arriva a Sarnano-Sassotetto dopo 204 km. Una tappa breve ma con ben 6 salite di cui 4 sono GPM di classifica. Subito dopo la partenza da Terni si affronta il passo della Somma quindi si scende verso Spoleto. A Campedello sul Clitunno si affronta la salita di Pettino. GPM lungo 15 km con pendenza tra il 6 e il 7 %. Dopo il primo GPM tratto misto fino a Norcia dove inizia la salita che porta al GPM di Forca di Ancarano ed entrare nei monti Sibillini. Discesa e poi inizia il 3 GPM che porta a Santa Margherita. Discesa poi tratto ondulato fino a Sarnano dove inizia l’ultima salita di circa 12 km con pendenza media del 7% e tratti al 13% che conduce all’arrivo di questa tappa. Da non sottovalutare. Tappa adatta agli scalatori.

5 tappa 15 Marzo Pieve Torina > Loreto 181 km

La quinta tappa parte da Pieve Torina per arrivare a Loreto dopo 181 km. Partenza in discesa per poi affrontare un circuito abbastanza semplice da ripetere 3 volte. Nei 3 giri si affronteranno 3 volte al salita di Loreto e 3 quello di Recanati.  Muri da non sono da sottovalutare. Ripidi e con pendenze che arrivano fino al 20%….da paura. L’arrivo a Loreto non è semplice, l’ascesa ha punti al 10%.

 

6 tappa 16 Marzo Castelfidardo > Senigallia 179 km

La sesta tappa è lunga 179 km, parte da Castelfidardo e arriva a Senigallia dopo 179 km. Una tappa quasi completamente pianeggiante, direi adatta ai velocisti. Da Numana si attraversa Ancona per poi passare per Offagna, Jesi e Ostra dove inizia il circuito. Circuito finale di circa 16 km da affrontare 4 volte. Circuito completamente pianeggiante e arrivo adatto ai velocisti.

7 tappa 17 Marzo San Benedetto del Tronto > San Benedetto del Tronto (cronometro individuale) 10,1 km

L’ultima tappa di questa Tirreno Adriatico 2020 è una crono individuale a San Benedetto del Tronto. Un percorso di 10,1 km e completamente pianeggiante. La tappa è la stessa del 2015. La partenza è in viale Tamerici. Il ciclista procede verso Porto d’Ascoli costeggiando il mare fino a Piazza Salvo d’Acquisto dove sarà posizionato il cronometraggio intermedio e siamo al km 4.7.  Si risale fino a San Benedetto del Tronto dove la corsa termina sul traguardo tradizionale di viale Buozzi. Ultimi 2.5 km sono praticamente rettilinei. Tappa adatta agli specialisti delle crono dove potranno sfruttare al meglio i lunghissimi rettilinei,

Last modified: Dicembre 12, 2019